Aeroporto di Bari-Palese, tornano i voli internazionali
54706
post-template-default,single,single-post,postid-54706,single-format-standard,qode-core-1.1,ajax_fade,page_not_loaded,,brick child-child-ver-1.0.0,brick-ver-2.1,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,grid_1300,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
Aeroporto di Bari-Palese

Aeroporto di Bari-Palese, tornano i voli internazionali: la Puglia riparte

L’aeroporto di Bari-Palese “Karol Wojtyła” con il passare dei giorni diventa sempre più operativo. Ha riaperto le porte ai voli internazionali già dallo scorso 19 maggio 2020, con un volo proveniente da Sofia, capitale della Bulgaria.

Ma uno dei momenti più significativi porta la data del 13 giugno 2020: sono ripartiti i voli destinazione Parigi.

All’aeroporto di Bari-Palese si è visto un buon numero di viaggiatori in coda. Non accadeva da circa tre mesi.

Durante il lockdown, infatti, era operativo solo il collegamento con Roma-Fiumicino. Ma i voli dell’Alitalia avevano solo scopi umanitari.

Si torna a volare verso Parigi

La riapertura da e per Parigi (scalo Charles de Gaulle) ha rappresentato un vero spartiacque.

Ha messo in evidenza la voglia di ripartire della Puglia, di mettersi alle spalle questo lungo periodo di preoccupazione e incertezze.

Ecco perché i tre voli a settimana per la capitale francese hanno assunto “un significato straordinario che va ben al di là della semplice rinnovata disponibilità di collegamenti”, come ha avuto modo di commentare Tiziano Onesti, presidente di Aeroporti di Puglia.

I voli per Amsterdam, Londra e le altre principali città europee

Nel frattempo (18 giugno) sono ripresi anche i voli per l’Olanda.

Sia sulla rotta Bari-Amsterdam sia su quella da e per Rotterdam. Mentre due giorni prima sono ripresi anche i viaggi da e per il Lussemburgo.

Altrettanto importante il ripristino dei voli da parte di Ryanair.

Questo il cronoprogramma stilato dalla compagnia aerea:

Dal 21 al 30 giugno: Bergamo, Roma Fiumicino, Bologna, Torino, Treviso, Milano Malpensa, Pisa, Genova, Cagliari e Malta (prima rotta internazionale).

Luglio: Parigi Beauvais, Londra Stansted, Bruxelles Charleroi, Cracovia, Budapest, Dublino, Francoforte Hann, Madrid, Berlino, Valencia, Karlsruhe Baden-Baden, Liverpool, Maastricht, Dusseldorf Weeze, Praga.

Agosto: Cuneo, Trieste e Bordeaux.

Intanto scalda i motori dei suoi aerei anche EasyJet.

Dal 2 luglio si viaggia verso Venezia, ma soprattutto dal primo agosto si torna a Londra Gatwick e a Nantes (dal 3 agosto).

Aeroporto di Bari-Palese: nuovo collegamento con la Germania

Ed ora cominciano ad arrivare anche le prima novità, destinate ad ampliare l’offerta di voli internazionali dell’aeroporto Bari-Palese.

Dal prossimo primo agosto, infatti, sarà operativo il nuovo collegamento tra il capoluogo di regione pugliese e Dortmund, in Germania.

Ci penserà WizzAir. Che dal primo luglio si occuperà anche dei collegamenti tra Bari e Tirana.

Non si tratta – ha detto ancora Onesti in una nota stampa – di una semplice ripartenza, che pure in questo momento storico è fondamentale per la ripresa dell’economia e del sistema che ruota attorno alle nostre infrastrutture.

Ma di un nuovo inizio, di una nuova rotta che si sostanzia in un segnale di ripresa economica e flussi turistici verso il mercato tedesco, da sempre rilevante per l’industria turistica della nostra regione”.

La Puglia pronta a tornare alla normalità

Insomma: l’aeroporto di Bari-Palese, passo dopo passo, si appresta a tornare alla normalità.

Lanciando un segnale di grande fiducia per il futuro.

Dopo l’emergenza Covid-19 siamo tutti attesi da tempi duri.

Ma è altrettanto vero che solo con la voglia di fare e la determinazione si potrà mettere alle spalle questa brutta parentesi. Recuperando il terreno perduto.

Nel capoluogo pian piano si stanno riavviando le varie attività economiche. Si registrano i primi eventi culturali, seppur in tono minore, nel rispetto delle misure anti-covid.

Entro la fine dell’estate anche il Rondò Hotel tornerà a essere operativo, mettendo in campo tutte le misure necessarie per garantire la massima sicurezza agli ospiti.

Ragion per cui anche chi vola tra Bari e l’estero (o le varie località italiane) tornerà a trovare in noi un valido punto di riferimento per dormire vicino all’aeroporto di Bari.